Ultima naturale balconata sulla distesa che accoglie la zona viticola del “Lugana”, Pozzolengo si adagia tra le colline moreniche al confine tra le province di Brescia

Pozzolengo

Ultima naturale balconata sulla distesa che accoglie la zona viticola del “Lugana”, Pozzolengo si adagia tra le colline moreniche al confine tra le province di Brescia, Mantova e Verona, alternando pianori a piccole alture, filari di pioppi, salici, platani e olmi a zone umide, coltivazioni a vegetazione spontanea. La vicinanza del lago di Garda addolcisce il clima e consente lo sviluppo di specie vegetative e faunistiche diverse.

Il comune è dominato dal possente Castello, costruito sulla sommità del monte Fluno intorno all’anno Mille, al cui interno è presente un borgo medievale fortificato ancor oggi abitato.

Di questo borgo non vanno dimenticati: la Chiesa parrocchiale di San Lorenzo, edificata nel 1510, che, situata in centro vicino a Palazzo Gelmetti, ora sede municipale, custodisce un organo del 1600 e tele di grande pregio artistico; la Residenza Piavoli e la Residenza Brighenti, altre affascinanti perle dell’architettura locale.

Nell’ottocento Pozzolengo fu teatro delle battaglie risorgimentali che condussero all’indipendenza ed all’unificazione d’Italia e, in particolare, della battaglia di San Martino e Solferino del 24 giugno 1859 che concluse la Seconda Guerra di Indipendenza italiana.

Accanto alla storia Pozzolengo ospita anche la modernità rappresentata dall’Hotel Chervò Golf, recente struttura alberghiera e punto di riferimento per gli amanti del golf incastonato tra il verde delle Colline Moreniche, al cui interno spicca un’antica abbazia del 1104.

Santo patrono: San Lorenzo
Mercato Settimanale: Lunedì (8:00 – 13:00) in viale Gramsci