Situato sull’estrema propaggine delle Colline Moreniche, il comune di Volta Mantovana ha origini antichissime testimoniate dal suo centro storico ed in particolare dai resti

Volta Mantovana

Situato sull’estrema propaggine delle Colline Moreniche, il comune di Volta Mantovana ha origini antichissime testimoniate dal suo centro storico ed in particolare dai resti, immersi nel verde, dell’antico castello eretto nell’XI secolo e poi trasformato dai Gonzaga nei secoli XIV-XV.

All’interno del centro fortificato si trovano le residenze patrizie di Palazzo Cavriani – già dei Gonzaga, ora sede comunale – con una facciata cinquecentesca sormontata da monumentali camini e un suggestivo giardino all’italiana, e Villa Venier, opera restaurata di un antico convento di Domenicane. Nel piazzale antistante Palazzo Cavriani vi sono le antiche scuderie del palazzo, dove attualmente vengono allestite mostre e sono organizzate grandi manifestazioni culturali.

Un ricco panorama di eventi caratterizza Volta, che attraverso le sue attività intende promuovere il proprio territorio e le sue peculiarità, tra cui quelle gastronomiche.

La sua posizione a confine con il Parco Regionale Naturale del Mincio, rende Volta Mantovana una meta interessante anche per le sue risorse naturalistiche. Tutto il territorio, posto a nord del canale Virgilio, infatti, è sottoposto a vincolo per il rilevante interesse paesistico-ambientale.

Ciclovie e sentieri percorrono poi interamente il comune di Volta Mantovana lungo un tragitto naturalistico ciclo-pedonale che, partendo dal capoluogo di Mantova, si snoda fino al fiume Mincio.

Santo patrono: Santa Maria Maddalena
Mercato Settimanale: Venerdì (8:00 – 13:00) in Piazza Cantarana